Home Page
Biografia
Specializzazioni
Corsi Professionali
Inchieste
Casi Clinici
Rassegna Stampa
Convegni - Conferenze
Parliamone insieme!
Pubblicazioni
Libri e PowerPoint
Vertici
Aggiornamenti E.C.M.
Attività di Volontariato
Att. Prof.le e Volontariato
Lo Studio
I Siti Amici
Privacy


Puoi trovare la Dott.sa Ceccherini anche su:

Facebook

Blogger

Youtube

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Corsi professionali - Psicoterapia sessuale
Ti trovi in: Corsi professionali > Psicoterapia sessuale (individuale e di coppia)

Indice degli argomenti:
Consigli per la coppia
Organizzazione e fantasia
Amore ed affettività



Consigli per la coppia
Comunicazione verbale e non verbale
Prendere l'abitudine di iniziare la vostra giornata con un sorriso, con un augurio, con un !ti voglio bene", anche se non sempre ne avete voglia.

"Il segreto della felicità non è di fare sempre ciò che si vuole, ma di volere sempre ciò che si fa".
(Tolstoi)

Ogni momento è buono per rivolgersi al/alla partner con gentilezza, con rispetto, con comprensione: non offendetevi mai poiché:

La prima volta che mi offendi è colpa tua, la seconda volta è colpa mia".
(Proverbio arabo)

Prendete l'abitudine di farvi piccole sorprese (Es. scrivete cose carine su pezzi di carta che lascerete "distrattamente" nei posti più disparati della casa). Scambiatevi piccoli dono fuori programma (Es. un libro, un disco, un fiore, ecc.) Vi garantisco che i risultati saranno straordinari.

"Semina un pensiero e raccoglierai un'azione, semina un'azione e raccoglierai un'abitudine, semina un'abitudine e raccoglierai un carattere, semina un carattere e raccoglierai un destino".
(C. Reade)

Ritagliatevi ogni giorno del tempo per le piccole gioie, per il dialogo, per la cronaca quotidiana o per approfondire la vostra conoscenza; potrete così evitare inutili equivoci e frustrazioni. Fate questo anche con i figli.

"In tutte le occasioni della vita potrai trovare momenti di serenità, di tranquillità di gioia se saprai rendere più leggeri i tuoi guai anziché drammatizzarli".
(Seneca)

Sviluppate una buona capacità di ascolto. Restate in silenzio, senza interrompere, senza giudicare. Esprimete la vostra opinione solo se richiesta, senza pretendere che sia quella giusta.

"Dammi la libertà di sapere, di esprimermi, di discutere liberamente secondo la mia coscienza" .
(J. Milton)

Di fronte ad una accusa o giudizio ingiustificati non reagite sullo stesso tono, in maniera ridondante, ma cercate di capire e aprire un "vero"dialogo. Il giudizio è come un boomerang, torna sempre al mittente. Evitate di mettere "etichette", di usare generalizzazioni. Ricordate che l'uomo è unico e irripetibile.

"E' la diversità degli uomini, la differenziazione delle loro qualità e delle loro tendenze che costituisce la grande risorsa del genere umano".
(M. Buber)

Imparate a vedere la vita in maniera serena, positiva, ottimistica ed insegnate a fare questo anche ai vostri figli.

"Non è perché mi riscaldo che sono contento, ma è perché sono contento che mi riscaldo".
(Spinosa)

"L'uomo è felice perché non sa di essere felice. Chi lo comprende sarà subito felice immediatamente".
(Dostoevskij)

"Il miglio modo di tirarsi su è cercare di tirare su qualcun altro".
(M. Twain)

Quanto detto sopra dai vari autori, non vuole significare di "nascondere la testa come lo struzzo" e negare che esistono realmente i problemi ma dobbiamo anche considerare la possibilità che i problemi possono essere risolti malgrado il dolore, la sofferenza che questi procurano.

"….perché la nostra crescita, l'arricchimento nascono da una perdita e da una sofferenza e ogni nostro difetto ci aiuta a capire meglio gli altri".
(Montagne)

"L'uomo erra finché cerca qualcosa".
(J. W. Goethe)

"ciò che non mi uccide, mi rende più forte".
(Nietzsche)

Errare è umano. Cercate, piuttosto se possibile, di non perseverare nell'errore. Lasciate che ogni esperienza abbia un senso, un significato nella vostra vita.

"Nessuno è perfetto".
(Orazio)


"……. E raccontai loro, di quel compagno che all'inizio del suo internamento nel lager aveva fatto un patto con il Cielo: il suo dolore e la sua morte dovevano risparmiare una morte tanto terribile alla creatura che egli amava. Per quest'uomo, sofferenza e morte non furono senza senso, avevano anzi assunto - come sacrificio - un profondissimo significato".
Viktor E. Frankl, Uno psicologo nei lager, Ed. Ares, pag. 139.





Organizzazione e fantasia
Idee, consigli e suggerimenti
Organizzate, di tanto in tanto, una serata speciale, un fine settimana, una vacanza. Organizzate il tempo libero considerando le rispettive esigenze (della coppia e dei figli). L'equlibrio psicologico di una famiglia si erige su una buona ed equa condivisione di compiti e ruoli.
Ama te stesso, ama la tua libertà non a scapito, però, di quella altrui (della coppia, dei figli).

"essere capace di aver cura di se stesso è il requisito di base per poter essere capace di aver cura degli altri".
(E. Fromm)


Responsabilizzate i vostri figli, coinvolgeteli nell'organizzazione della famiglia (economica, pratica, del tempo libero). Poco importa se sbagliano.
"Il peggior fallimento consiste nel non osare a provare". ( O. Thon)

"Non è la vittoria che conta, bensì la tenacia e il coraggio coi quali abbiamo lottato".
(Madre Teresa di Calcutta)


"Lasciate che procedano senza fretta, ma senza sosta".
(J.W. Goethe).


"E tu genitore, quando tuo figlio sbaglia, non piangere, non adirarti ma comprendilo, poiché per crescere, per passare "certi ponti", occorre sempre pagare un pedaggio".
(B. Spinosa)




Amore ed affettività
Imparate ad investire bene il vostro tempo; la dolcezza, la disponibilità, le coccole non costano niente e rendono molto. Ricordate che per acquisire una buona autostima (sia personale che dei figli),rende più una sola gratificazione che tanti rimproveri.
Abbracciatevi, abbracciate i vostri figli; un caldo e tenero abbraccio vale più di mille parole.

"Siamo angeli con un'ala soltanto e possiamo volare soltanto restando abbracciati". (L. De Crescenzo)

La sessualità è gioia, è comunicazione, è dono reciproco, è piacere gratuito, è vita: perché dunque privarsene?

"L'amore e l'amicizia sono come l'eco, danno tanto quanto ricevono".
(A. Herzen)


Non temete di abbondare con l'amore.

"Non parlate di amore sprecato; l'amore non si spreca mai".
(Longfellow)


Considerate che:
"Forse l'amore è il processo con il quale ti riconduco dolcemente a te stesso".

( Saint Exupery)

Vivete la vita, questo straordinario dono che Dio ci ha dato, illuminando il vostro cammino.

"Gli uccelli non cantano mai nelle caverne".
(Thoreau)


Non trovatevi ogni giorno a dover dire: Oh, Dio, arrivare in punto di morte per scoprire che non hai vissuto".
(Thoreau)


Non dite mai: "sono fatto così, dunque…..". A vivere si impara, ad amare si impara, si impara a scegliere e scegliendo si impara a cambiare.

"Non ci sono mai stati due tramonti esattamente uguali, fin dall'inizio del tempo. Perciò, guardateli! Tutto è in fase di cambiamento, voi inclusi".
(L. Buscaglia)


"In qualunque punto vi troviate, siete soltanto all'inizio! State appena cominciando a scoprire l'universo e voi stessi".
(L. Buscaglia)


" La cosa importante è essere capaci, in ogni momento, di sacrificare quello che siamo per quello che potremmo diventare".
(L. Buscaglia)


"avete il pennello, avete i colori, dipingete il paradiso e poi entrateci".
( Cazantzakis)

" L'importante è renderci conto che, indipendentemente dal fatto che comprendiamo pienamente chi siamo e ciò che accadrà quando moriremo, il nostro scopo è progredire come esseri umani, guardando in noi stessi, costruire su quella fonte di pace e di comprensione e di forza che è il nostro io individuale. E allora, tendere le braccia agli altri con amore, accettazione e con paziente spirito di guida nella speranza di ciò che possiamo diventare insieme".
(Elisabeth Cubler-Ross)




Dott. Francesca Ceccherini